PcGuida.com - Soldi, Successo, Produttività e Benessere

Come Si Crea una Landing Page che Converte




La Guida Definitiva alle Landing Page

Imparate a progettare, scrivere e testare landing page che convertano i visitatori in clienti. Navigando e muovendosi su Internet, si visitano continuamente pagine di destinazione. Ecco come si creano le landing page che convertono.

La Guida Definitiva alle Landing Page


Una landing page può essere la pagina designata a cui si viene portati quando si fa clic su un annuncio. Può anche essere la pagina che segue un pulsante di invito all'azione o la homepage di un sito web.

Indipendentemente dal modo in cui si "atterra" su una landing page, il suo scopo è quello di incoraggiare l'utente a convertirsi in un lead o in un cliente. Per questo motivo, le landing page sono componenti straordinariamente potenti della strategia di marketing digitale di un'azienda.

Che Cos'è una Landing Page?


Una landing page è una pagina web con uno scopo specifico: l'obiettivo di una landing page è convertire i visitatori in lead. Esistono diversi tipi di landing page, ma l'intento è sempre lo stesso: ottenere più contatti.

Le landing page contengono moduli che chiedono ai visitatori di fornire i loro dati di contatto in cambio di qualcosa di valore, altrimenti noto come offerta.

Come Creare una Landing Page che Funziona


Scopriamo quindi come aumentare vendite e contatti grazie alla Landing Page.

E' una pagina Web con un obiettivo ben specifico:
Quello di concludere una vendita. Facciamo un esempio pratico per spiegare bene questo concetto. Immaginatevi di entrare in un negozio virtuale con l'obiettivo di comprare un mouse. Non un mouse qualunque, ma quel mouse. Una volta entrati nel sito di e-commerce, mentre visionate il mouse, ecco delle pubblicità vicino al mouse, a sinistra e a destra della pagina, link a promozioni, immagini belle e accattivanti e molte altre cose che si possono visionare tranquillamente in un qualsiasi negozio di E-commerce.

E' molto probabile che verrete distratti da altre cose, non concentrandovi più sul mouse. Da ciò se ne potrebbe tranquillamente dedurre che le possibilità di acquistare il mouse, si ridurrebbero enormemente, causate appunto da 'disturbi' tra voi e la vostra idea di acquistare il prodotto.

La Landing Page invece è lo strumento più adatto per vendere online, in quanto si concentra solo ed esclusivamente su un singolo prodotto, evitando ogni genere di distrazione che possa reindirizzare il cliente altrove, con la conseguenza di non vedere convertita la visita in vendita.

Se vuoi vendere online quindi, prima o poi dovrai confrontarti con le Landing Page e conoscerle ed è un ottimo passo avanti per sviluppare il tuo mercato online.

Come Funziona una Landing Page


Che cos'è di preciso una Landing Page? Davvero può aiutare ad aumentare le vendite? Perché il suo utilizzo è così efficace? Questo è molto altro in questo articolo dedicato alle Landing Page. Ma non è tutto: Come preparare una Landing Page di successo? Dove trovare esempi già pronti da scaricare, provare e riadattare alle proprie esigenze?

La Landing Page: Che cos'è?


Dicevamo, che si tratta di una pagina Web con un obiettivo ben specifico: Quello di concludere una vendita o far fare un'azione, come ad esempio iscriversi ad una mailing list o per farci chiamare al telefono o per farci lasciare il numero di telefono e saremo noi poi a contattare il futuro acquirente. Ora facciamo un passo indietro e riprendiamo ancora l'esempio passato, ma stavolta approfondendolo.

Immaginatevi di entrare in un negozio virtuale con l'obiettivo di comprare un mouse. Non un mouse qualunque, ma quel mouse. Una volta entrati nel sito di e-commerce, mentre visionate il mouse, ecco delle pubblicità vicino al mouse, a sinistra e a destra della pagina, link a promozioni, immagini belle e accattivanti e molte altre cose che si possono visionare tranquillamente in un qualsiasi negozio di E-commerce. E' molto probabile che verrete distratti da altre cose, non concentrandovi più sul mouse. Da ciò se ne potrebbe tranquillamente dedurre che le possibilità di acquistare il mouse, si ridurrebbero normante, causate appunto da 'disturbi' tra voi e la vostra idea di acquistare il prodotto.

Non un caso, ma un esempio molto reale: Molto tempo fa mi trovavo con un mio amico e stavamo comprando Resident Evil su internet in un sito di E-Commerce. Per il solo fatto che il mio amico aprì Outlook (Azione involontaria causata dalla continua abitudine di guardare la posta elettronica ;-))) ricevette un messaggio da una sua amica. Da lì all'acquisto passarono più di 30 minuti ed eravamo totalmente convinti di comprare il gioco, figuriamoci se fosse stata una pagina aperta per caso.

Quindi questo in pratica, significa che dall'instante in cui un utente entra nella pagina al momento in cui si decide ad acquistare, non deve esserci assolutamente nulla, che in un modo o nell'altro, possa distrarre l'utente e non farlo passare all'acquisto.

Detta in parole pratiche, la Landing Page fa proprio questo. Evita qualsiasi disturbo all'utente e si concentra solo ed esclusivamente sul prodotto/servizio in questione.

Per maggiori informazioni sulla Landing Page, ecco il link diretto a Wikipedia, che affronta l'argomento in maniera più tecnica, ma lo scopo di questo nostro articolo è invece quello di avvicinarci il più possibile a cose pratiche e concrete. Wikipedia affronta questo argomento introducendo il concetto di Landing Page in questo modo:

'Nel web marketing, la Landing Page è la specifica pagina che il visitatore raggiunge dopo aver cliccato un link apposito o una pubblicità. Spesso, questa pagina mostra contenuti che sono un'estensione del link o della pubblicità, oppure la pagina è ottimizzata per una specifica parola chiave (keyword) o frase per 'attrarre' i motori di ricerca.
L'utilizzo classico è in programmi di advertising keyword base come Google ADS (ex AdWords) o in programmi di affiliazione.'


L'obiettivo è fare centro al primo colpo


Adesso vedremo alcuni esempi pratici e dove trovare delle Landing Page da poter personalizzare in base alle proprie esigenze. L'importante è non dimenticare il concetto 'chiave'. La Landing Page serve per mettere a segno una vendita di un servizio o di un prodotto, riducendo al minimo tutte le distrazioni che potrebbero compromettere la vendita stessa. Quindi il tutto in pratica si potrebbe riassumere in questo modo:

1 - Concentrarsi sul prodotto
Creare una pagina che parli del servizio o prodotto esposto;

2 - Non divagare
Eliminare dalla pagina tutte le cose che potrebbero distrarre l'utente;

3 - Grafica
Anche l'occhio vuole la sua parte. Creare quindi una pagina con aspetto gradevole e professionale, ma senza che la grafica diventi una fonte di distrazione per il visitatore.

Come Fare Lasciare Dati Personali ai Futuri Clienti


Detto ciò, pensate a quanto siete protettivi nei confronti delle vostre informazioni personali. Cosa spinge una persona a fornire i propri dati di contatto su Internet?

E' qui che entrano in gioco le best practice delle landing page. Una landing page mirata e ben realizzata, con un formato solido e un buon testo, convincerà quasi tutti a inviare i propri dati.

Innanzitutto, perché avete bisogno di una landing page?
Perché creare una pagina speciale solo per far compilare un modulo? Perché non utilizzare semplicemente la vostra homepage o la pagina informativa? Ottime domande.

Dopo aver letto questo articolo, probabilmente sarete in grado di rispondere da soli a queste domande, ma la risposta breve è questa: Una landing page elimina le distrazioni eliminando la navigazione, i link concorrenti e le opzioni alternative, in modo da catturare l'attenzione totale del visitatore. E attenzione completa significa che potete guidare il visitatore dove volete che vada, cioè verso il vostro modulo d'iscrizione. In sintesi, le landing page sono progettate specificamente per creare conversioni.

Ora che ne comprendete l'importanza, esaminiamo le best practice delle landing page per assicurarci che le vostre pagine siano impostate per convertire.

1. Creare un titolo incentrato sui benefici


Per ogni 10 persone che visitano la vostra pagina di destinazione, almeno sette di loro rimbalzeranno fuori dalla pagina. Per mantenere questo numero basso, i visitatori devono sapere (e capire) cosa c'è per loro entro pochi secondi dall'arrivo. La vostra headline è la prima cosa che leggeranno e deve comunicare in modo chiaro e conciso il valore della vostra landing page e della vostra offerta.

2. Scegliete un'immagine che illustri l'offerta


Sì, l'immagine è obbligatoria e deve rappresentare il vostro pubblico di riferimento. Lo scopo dell'immagine è trasmettere una sensazione: deve illustrare come si sentirà il visitatore una volta ricevuta l'offerta. Alcune immagini possono funzionare meglio di altre, quindi è sempre consigliabile effettuare uno split test delle opzioni (di cui parleremo più avanti).

3. Scrivete un testo convincente


Non passate tutto il tempo a creare il titolo perfetto e a trovare l'immagine ideale per poi cadere nel vuoto quando si tratta delle parole che venderanno la vostra call-to-action. Il copy deve essere chiaro e conciso e deve guidare il visitatore verso l'azione che si vuole fargli compiere. Un copy convincente parla anche direttamente al visitatore, usando il "tu" e il "tuo" per farlo sentire coinvolto. Approfondiremo i consigli sul copy più avanti.

4. Includete il modulo d'iscrizione in Alto


Il modulo d'iscrizione deve essere facilmente accessibile nel caso in cui il visitatore desideri convertire subito - non volete assolutamente che cerchi e scansioni la vostra pagina di destinazione per trovare la vostra offerta. "Above the fold" significa semplicemente che i visitatori non devono scorrere per raggiungere il modulo, ma che questo è visibile non appena si entra nella pagina. Può trattarsi di un modulo o di un link di ancoraggio al modulo. Ancora meglio: Progettare il modulo in modo che scorra con l'utente mentre si sposta verso il basso della pagina.

5. Aggiungete una call-to-action chiara e ben visibile


La call-to-action (CTA) è probabilmente l'elemento più importante della vostra landing page, uno dei tanti elementi che favoriscono la conversione. Il pulsante CTA deve risaltare, cioè deve utilizzare un colore che contrasti con gli altri elementi della pagina. Siate chiari su ciò che volete che i visitatori facciano, cioè usate un verbo d'azione che lo indichi chiaramente, come "invia", "scarica" o "ottieni ora". Maggiori informazioni sulle migliori pratiche CTA sono riportate di seguito.

6. Offrite un'offerta rilevante


Pensate alla vostra landing page come a una parte del viaggio del vostro lead verso l'offerta finale, ovvero il vostro prodotto o servizio. La vostra offerta è ciò che offrite in cambio delle informazioni personali del vostro lead. Non solo deve essere abbastanza convincente da spingere il visitatore a fornire i propri dati, ma deve anche essere pertinente alla vostra attività. Supponiamo che vendiate ferri di cavallo.

La vostra offerta potrebbe essere qualcosa come "10 semplici modi per dimensionare gli zoccoli del vostro cavallo", perché, in ultima analisi, chiederete a quel lead di acquistare i vostri ferri da cavallo. Non li aggancereste con un'offerta sull'agricoltura biologica, perché li porterebbe su un percorso completamente diverso. Parleremo più avanti di come creare offerte convincenti.

7. Chiedete solo ciò che vi serve


Volete raccogliere il maggior numero di informazioni possibili sul vostro lead, ma la quantità di informazioni che chiedete dipende da diversi fattori: il grado di conoscenza che hanno di voi, il punto in cui si trovano nel loro percorso di acquisto e la loro fiducia in voi. Chiedete il minimo di informazioni necessarie nel vostro modulo per creare una bassa barriera all'ingresso. Un nome e un'e-mail sono più che sufficienti per coltivare un nuovo lead.

8. Rimuovete tutta la navigazione


La vostra landing page ha un solo e unico obiettivo: convertire i visitatori in lead. Qualsiasi link concorrente, compresi i link interni ad altre pagine del vostro sito web, distrae da questo obiettivo. Rimuovete tutti gli altri link presenti sulla pagina per attirare l'attenzione dei visitatori sulla vostra call-to-action.

9. Rendete la vostra pagina reattiva


Come ogni altra pagina del vostro sito web, anche le vostre landing page devono essere reattive per adattarsi a qualsiasi esperienza di visualizzazione. L'ultima cosa di cui avete bisogno è che il vostro modulo non sia visibile sui dispositivi mobili. Date ai vostri visitatori tutte le opportunità di conversione possibili, indipendentemente dal modo in cui visualizzano la pagina.

10. Ottimizzate per la ricerca


Certo, i visitatori verranno indirizzati alla vostra landing page attraverso i messaggi di posta elettronica, i post sui social e altri metodi di marketing, ma la vostra pagina dovrebbe anche essere ottimizzata con parole chiave mirate per le vostre campagne a pagamento e per la ricerca organica. Quando qualcuno cerca la vostra frase chiave, dovrebbe trovare la vostra pagina di destinazione. Allo stesso modo, quando si punta a una parola chiave con gli annunci a pagamento, quelle parole devono essere presenti nella pagina di destinazione.

11. Ricordate di utilizzare una pagina di ringraziamento


La pagina di ringraziamento è il luogo in cui inviate i contatti dopo che hanno completato il modulo. Ora, potreste semplicemente mostrare un messaggio di ringraziamento nella stessa pagina o rinunciare del tutto ai ringraziamenti, ma ci sono molte ragioni per cui questa non è l'opzione migliore.

Una pagina di ringraziamento ha tre scopi importanti:

- Fornisce l'offerta promessa (di solito sotto forma di download immediato).

- Vi dà l'opportunità di interessare il vostro nuovo cliente a ulteriori contenuti rilevanti.

- E' un'occasione per ringraziarli per il loro interesse, il che contribuisce a promuoverli a clienti nel futuro.

Come progettare la vostra pagina di atterraggio


Spesso il design è sinonimo di creatività, colori e belle immagini. Ai fini di una landing page, il design va oltre e significa funzionale, orientato ed efficace. Quindi, per creare una landing page ben progettata, dovrete attingere sia al cervello destro che a quello sinistro. Ma non fraintendetemi: per convertire i vostri visitatori avete ancora bisogno di immagini fantastiche e colori attraenti. Qui di seguito spiegheremo come incorporare tutto questo.

Struttura della pagina di destinazione
La buona notizia è che non c'è bisogno di essere troppo creativi. La maggior parte delle landing page segue una struttura molto simile perché è stato dimostrato che funziona. Potete infondere la vostra creatività attraverso elementi e immagini di marca, ma attenetevi a un formato di landing page che le persone sono abituate a vedere.

Una buona landing page ha cinque elementi:

1 - Titolo che cattura l'attenzione del visitatore;

2 - Un'immagine pertinente che sia rilevante per il vostro pubblico;

3 - Modulo di iscrizione che si trova ben visibile per catturare le informazioni dei visitatori;

4 - CTA che sia orientata all'azione e convincente;

5 - Copia e descrizione che informino e invoglino il visitatore a completare il modulo;

La vostra landing page può includere più di questo? Assolutamente sì. (Pensate ai pulsanti di condivisione sui social che i visitatori possono utilizzare per diffondere la vostra offerta). Questo è semplicemente il minimo indispensabile. E' necessario conoscere il proprio pubblico, la sua provenienza e la sua posizione nel percorso dell'acquirente per sapere quanto è necessario includere. La regola generale è quella di includere tutte le informazioni necessarie per far convertire le persone.

Layout della pagina di atterraggio
Potrebbe essere una sorpresa, ma la maggior parte delle persone non legge ogni parola del vostro testo abilmente creato. Al contrario, scorrono le pagine e ne estraggono le informazioni più importanti. Il vostro compito è quello di far risaltare queste informazioni in modo che il visitatore non si perda nulla di importante.

Questo significa alcune cose:

- Mantenete le informazioni più importanti sopra la piega, in modo che il visitatore non debba scorrere per raggiungerle.

- Eseguite un blink test sulla vostra pagina: il visitatore deve essere in grado di cogliere il messaggio principale in un tempo inferiore a quello necessario per battere le palpebre, cioè meno di cinque secondi.

- Utilizzate lo spazio bianco (o negativo) per mantenere il visitatore impegnato, concentrato e per aiutarlo a comprendere il messaggio.

- Scrivete con punti e paragrafi brevi per rendere il vostro testo facile da digerire.

- Cercate di inserire i testi importanti in uno schema a F, che è la direzione in cui la maggior parte delle persone scansiona una pagina online. Lavorate con il flusso degli schemi visivi per guidare le persone verso i punti chiave che le porteranno a convertire.

Colori della landing page
Il design della pagina di destinazione, compresi i colori utilizzati, deve rispecchiare quello del vostro sito web. Il vostro obiettivo è creare una relazione a lungo termine con le persone che visitano la vostra landing page, e questo significa che devono familiarizzare con i colori del vostro marchio e con il vostro stile unico. Più riconoscono il vostro marchio, più si fidano di voi (e più si fidano di voi, più è facile convincerli a fare ciò che volete).

Le aree in cui dovreste prendere in considerazione l'uso di colori alternativi sono gli elementi della vostra pagina che devono risaltare, come ad esempio il pulsante CTA. In questo caso il contrasto è fondamentale. Se i colori del vostro marchio sono per lo più verdi dovrete scegliere un colore che possa attirare l'attenzione degli utenti, ad esempio il viola.

Immagini della pagina di destinazione
L'immagine della vostra landing page è una delle prime cose che gli utenti vedono e, poiché le persone elaborano le immagini molto più rapidamente del testo, definisce il tono dell'intera esperienza. Ma come si fa a scegliere tra milioni di foto stock e quel servizio fotografico aziendale che occupa tutto lo spazio sul vostro computer?

Restringiamo la scelta con alcune domande importanti:

Chi è il mio pubblico di riferimento?
Che aspetto ha il vostro personaggio? Quanti anni hanno? Come si vestono? A cosa sono interessati? Le risposte a queste domande sono importanti per determinare l'immagine da mettere al centro della pagina di destinazione. Se deve interessare il vostro pubblico, allora deve rappresentarlo in qualche modo.

In quale punto della mia landing page voglio che guardino?
Questa potrebbe sembrare una domanda strana, ma in realtà si basa sull'idea che le persone seguono gli indizi direzionali, come il punto in cui qualcuno sta guardando o indicando. Se volete che i visitatori compilino un modulo, considerate un'immagine che spinga la loro attenzione verso quel modulo.

Questa immagine rafforzerà il mio messaggio?
Ogni elemento della vostra landing page ha uno scopo importante. Poiché l'immagine è una delle prime cose che le persone vedono, deve contribuire a chiarire ciò che il visitatore può aspettarsi dalla vostra pagina. Assicuratevi che l'immagine aggiunga valore.

Ecco altri aspetti importanti da tenere in considerazione per la creazione di ottime immagini per le landing page.

Chiamata all'azione (CTA);
Abbiamo già parlato della CTA alcune volte, ma dato che è la parte più importante della vostra landing page, vale la pena di ricordarla di nuovo. Per quanto riguarda il design della CTA, ci sono alcuni trucchi che la renderanno così attraente da spingere i visitatori a cliccare. Per chiarire, la CTA comprende il pulsante e il testo che utilizzate per attirare l'attenzione su di esso; questi consigli riguardano entrambi.

- Date alla CTA un colore vivace e contrastante;

- Concentrate il testo della CTA sui vantaggi per il visitatore;

- Andate al punto: cercate di non usare più di cinque parole. Dite al visitatore che cosa volete che faccia, usando verbi d'azione, come ad esempio: "Ottieni", "Scarica", "Clicca";

- Fate in modo che il vostro pulsante sia abbastanza grande da risaltare sulla pagina;

- Lasciate un po' di spazio negativo - non affollate l'area intorno alla vostra CTA;

- Seguite il flusso della pagina e posizionate la CTA dove gli occhi dei lettori andranno, ad esempio a destra o sotto il testo;

- Testate la forma del pulsante, testate il testo... in realtà testate tutto (spiegheremo come farlo più avanti).

Landing Page e Pagina di Destinazione per il Mobile


Più della metà del traffico di un sito web proviene da dispositivi mobili, pertanto l'esperienza dell'utente deve essere la stessa indipendentemente dal dispositivo utilizzato dai visitatori. Rendendo la vostra landing page responsive, darete loro tutte le opportunità di visualizzazione e conversione, sia che si trovino su desktop, telefono, tablet o altro.

Suggerimenti per il copywriting delle landing page


Dopo il design viene il copywriting. Il vostro obiettivo è quello di essere convincenti, istruttivi, simpatici, concisi, efficaci, affidabili e informativi allo stesso tempo. Come? Continuate a leggere.

1. Coprire i punti principali


Indipendentemente dal posizionamento, ci sono alcuni punti principali che dovete affrontare con il vostro copy. Questi punti principali sono il punto dolente del vostro personaggio, la soluzione a tale punto dolente, il funzionamento della vostra soluzione (caratteristiche), il modo in cui la vostra soluzione migliorerà la sua situazione (benefici) e la verifica che funziona (prova sociale).

La maggior parte di ciò che scrivete deve riguardare il modo in cui potete aiutare il vostro potenziale cliente, non quanto siete fantastici (perché questo è implicito). Approfondiamo questi punti.

Il punto dolente
Il punto dolente su cui vi concentrate dovrebbe essere quello che la vostra offerta risolve. Non per sembrare negativi, ma è importante toccare il problema che il vostro personaggio sta affrontando, in modo che sappia che capite cosa sta passando. L'empatia è un modo efficace per creare fiducia. E se sanno che capite il loro problema, è più probabile che si fidino della vostra soluzione.

La vostra soluzione
La soluzione al loro problema è ciò che offrite in cambio delle loro informazioni. Illustrate un percorso chiaro tra il loro problema e il modo in cui la vostra soluzione è il rimedio di cui hanno bisogno.

Caratteristiche
Il solo fatto di sapere qual è la vostra soluzione potrebbe non essere sufficiente per convertire i lead, quindi dovete menzionare ciò che è incluso in quella soluzione. Se si tratta di un ebook, quali sono gli argomenti trattati? Se state promuovendo un webinar, come funziona e cosa insegnerete? Se si tratta di un servizio, cosa possono aspettarsi? Fornite ai vostri potenziali clienti tutte le informazioni di cui hanno bisogno per prendere una decisione.

Benefici
Il vostro testo deve essere ricco di vantaggi per l'utente, perché è questo che gli interessa davvero: cosa ci guadagna. Mentre le caratteristiche elencano le peculiarità della vostra offerta, i benefici spiegano ai visitatori come la loro situazione migliorerà. Si tratta di un'immagine vivida di quanto potrebbe migliorare la loro vita utilizzando la vostra soluzione.

Prova sociale
Gli studi dimostrano che la riprova sociale è efficace per persuadere le persone a compiere un'azione desiderata. La riprova sociale si presenta sotto forma di loghi di marchi con cui avete lavorato, testimonianze di clienti precedenti, recensioni del vostro prodotto o conferme che altri hanno acquistato il vostro servizio. In sostanza, le persone vogliono sapere che anche altri hanno utilizzato e beneficiato della vostra soluzione. Includendo la prova sociale nella vostra landing page, convaliderete la vostra offerta senza nemmeno dire nulla.

2. Rispondere preventivamente alle obiezioni


Una parte fondamentale della scrittura di un testo persuasivo (un testo che induce le persone a convertirsi) consiste nello smontare le obiezioni prima ancora che si presentino. Questo richiede una certa abilità... o almeno l'aiuto di un amico.

Dopo aver gettato le basi affrontando tutti i punti principali, mettetevi nella mente del vostro cliente e pensate a dove potrebbe protestare o contestare mentre legge. Per esempio, se dite "Abbiamo aiutato aziende ad acquisire clienti", il vostro lettore potrebbe essere scettico o dubitare, a meno che non seguiate questa affermazione con una prova sociale.

Fate questo esercizio per ogni sezione della vostra pagina (o chiedete a un amico imparziale di aiutarvi) finché non avrete coperto ogni possibile obiezione che vi viene in mente. Quando ricevete domande da persone che hanno visitato la vostra landing page, usatele come feedback per affinare ulteriormente il vostro testo. Meglio ancora, cercate di ottenere critiche costruttive dai primi lead convertiti per assicurarvi che la vostra landing page risponda a ogni esigenza.

3. Costruite la fiducia con il vostro potenziale cliente


Supponiamo che stiate leggendo una pagina di vendita e che l'azienda abbia scritto: "Il nostro prodotto ha aiutato 100 persone e potrebbe funzionare anche per voi!". Mah. Probabilmente passerei oltre e cercherei un'azienda che ha una soluzione che può sicuramente funzionare per me. Il vostro obiettivo è costruire un rapporto di fiducia con il visitatore e il modo per farlo è presentarsi come un'autorità.

Oltre all'uso della riprova sociale, altri modi per creare fiducia sono:

- Scrivete nel modo in cui parlate e rivolgetevi ai vostri potenziali clienti come fareste con un cliente in carne e ossa.

- Citare statistiche a sostegno del messaggio.

- Utilizzare casi di studio che mettano in evidenza clienti simili al vostro target.

- Siate relazionabili. Mostrate al pubblico che siete umani ammettendo i vostri fallimenti, aprendovi sui dubbi che avete avuto ed essendo onesti. L'avvertenza è che dovete condividere solo ciò che è rilevante per la loro lotta; non divulgate qualsiasi cosa.

4. Usate i click trigger.


I click trigger sono progettati per eliminare l'ultimo dubbio prima che un visitatore si converta. Si tratta essenzialmente di una copia posizionata accanto alla CTA che spinge il visitatore oltre il limite, tranquillizzandolo e riducendo il rischio di conversione.

Ecco alcuni modi efficaci per utilizzare i click trigger:

- Garanzia di rimborso;
- Annullamento facile dell'iscrizione;
- Citazione di un cliente di successo o felice;
- Trafiletto su "cosa aspettarsi";
- Riduzione del prezzo;
- Politica sulla privacy;
- Qualche altro metodo creativo;

Qualunque sia la vostra scelta, i click trigger daranno alle vostre conversioni la spinta necessaria.

Landing Page - Test A/B della pagina di destinazione


Tutto ciò che abbiamo discusso fino a questo punto è ottimo... in teoria. Ma la vostra attività è diversa dalle altre e il vostro pubblico di riferimento è unico. Come fate a sapere se il copy che avete scelto funziona? O se il posizionamento della CTA è corretto? O quali sono i colori più efficaci? O quale immagine scegliere?

Fate dei test. Ecco come. Lo split testing (o A/B testing) non è probabilmente una novità per voi marketer, e lo split testing della vostra pagina di destinazione è solo un altro esperimento da aggiungere alla vostra lista.

Vediamo brevemente come eseguire al meglio l'A/B test delle vostre pagine di destinazione.

Che cos'è il test A/B?
L'A/B testing consiste semplicemente nel suddividere il traffico su due (o più) varianti di una pagina per vedere quale ha un rendimento migliore. Sebbene sia possibile farlo manualmente lanciando una variante per un periodo di tempo e poi un'altra per lo stesso periodo di tempo, è molto più efficiente utilizzare un software che consenta di eseguire lo split test e di monitorare i risultati.

I componenti principali di un test A/B sono le varianti, ovvero le due versioni della pagina, il campione, ovvero la pagina originale, e lo sfidante, ovvero la pagina modificata per confrontarla con l'originale.

Landing Page - Come eseguire un test A/B


Il trucco più importante per lo split testing è quello di apportare piccole modifiche a ogni esperimento. Per esempio, non è il caso di fare lo split test del titolo e dell'immagine allo stesso tempo, perché non si saprebbe quale elemento ha ottenuto i risultati. Per questo motivo, limitatevi a testare un elemento alla volta. Il "vincitore" diventa il vostro campione, quindi potete creare un nuovo sfidante per testare l'elemento successivo. Ripetete questo ciclo finché non raggiungete un tasso di conversione di cui siete soddisfatti (e che rientri in aspettative realistiche, di cui parleremo più avanti).

Cosa testare?
Potete testare praticamente tutto sulla vostra pagina di destinazione. Tuttavia, anche se è possibile, è meglio limitare i test ad alcuni degli elementi di maggiore impatto della pagina, come ad esempio:

- Titolo della pagina;
- Immagine;
- Colore della CTA;
- Clic trigger;
- Copy sulla pagina;
- Lunghezza e campi del modulo Lead;

Questi test avranno il maggiore impatto sui tassi di conversione. Provate a iniziare con le modifiche più semplici, come il titolo o il colore della CTA, per poi passare a quelle più importanti, come il testo della pagina.

Metriche della landing page da monitorare
Le metriche vi diranno tutto quello che c'è da sapere sulle prestazioni della vostra landing page e vi daranno indicazioni su come migliorarla. E' difficile sapere esattamente cosa funzionerà quando si lancia una pagina. Misurate e monitorate meticolosamente all'inizio fino a quando non raggiungete un tasso di conversione relativamente buono, poi potrete monitorare le vostre metriche meno frequentemente.

Visite alla pagina
Quante visite riceve la vostra pagina di destinazione? Più visite ci sono, più aumentano le probabilità di conversione. Provate a modificare la vostra strategia a pagamento o a ridefinire le parole chiave per portare più traffico alla vostra pagina. Potete anche informare i vostri attuali follower della vostra offerta tramite e-mail, social media e sito web.

Il traffico
Sapere da dove proviene il vostro traffico vi permetterà di sapere dove raddoppiare o abbandonare i vostri sforzi.

Tasso di invio
E' il numero di persone che completano il vostro modulo d'iscrizione e arrivano alla vostra pagina di ringraziamento. Ci sono molte modifiche che potete apportare alla vostra pagina per aumentare questo numero, ma assicuratevi di fare dei test A/B per sapere cosa funziona.

Contatti
I contatti si riferiscono al numero di contatti generati dal vostro modulo. Il motivo per cui questo numero è diverso da quello degli invii è che i contatti duplicati vengono conteggiati una sola volta, il che significa che se un lead attuale compila il modulo per ricevere la vostra offerta, non influisce sul conteggio.

Mappatura del calore
Si tratta più di un'osservazione del modo in cui le persone interagiscono con la vostra pagina che di una metrica. La mappatura del calore può mostrare dove le persone scorrono, cosa leggono e come si impegnano con la vostra pagina. Sono tutti dati utili quando si pensa al layout e alla struttura della pagina.

Frequenza di rimbalzo
Se i visitatori arrivano sulla vostra pagina e la abbandonano immediatamente, dovete verificare se il contenuto è in linea con l'offerta. Il testo cattura l'attenzione dei visitatori e questi ultimi sanno automaticamente cosa fare quando arrivano sulla vostra pagina? La vostra pagina rispecchia il copy che avete utilizzato per convincere le persone a visitarla?

Abbandono del modulo
Questa metrica indica quante persone iniziano a compilare il modulo ma non lo completano. Se questo numero è particolarmente elevato, è opportuno prendere in considerazione l'introduzione di nuovi clic trigger, l'accorciamento del modulo o la maggiore chiarezza di ciò che si vuole far fare al visitatore.

Parametri di riferimento
Per sapere se la vostra landing page funziona come previsto, dovete valutarla rispetto alle norme del settore e a un pubblico simile. Verificate alcuni benchmark di settore da utilizzare come riferimento, ma non lasciatevi scoraggiare dai risultati ottenuti da altre aziende.

Indipendentemente dal problema, è possibile diagnosticare e curare le landing page se si presta attenzione alle metriche.

Come Rendere le Landing Page più Efficaci


Ci sono sempre delle modifiche da apportare per aumentare le prestazioni delle landing page. Di seguito sono riportati alcuni ottimi consigli per migliorare le vostre landing page.

Ottimizzate la vostra pagina di destinazione
Ottimizzare è una parola che confonde, vero? Stiamo parlando di immagini, copy, parole chiave e layout? La risposta è sì: stiamo parlando di tutto questo. Ottimizzare significa semplicemente rendere la vostra landing page la migliore possibile, e questo può includere una miriade di modifiche. Se volete sapere tutto quello che potete fare per ottimizzare la vostra landing page, avrete bisogno di una guida piuttosto ampia.

Presentate un'offerta davvero buona
Si potrebbe obiettare che tutto ciò che è gratuito si qualifica come "buono", ma questo non è esattamente vero. Non solo la vostra offerta deve essere gratuita (non stiamo parlando di pagine di vendita), ma deve anche essere abbastanza buona da giustificare che uno sconosciuto vi dia i suoi dati personali. Ammettiamolo: ci sono molte aziende che si contendono l'attenzione del vostro pubblico, chiedendo le loro informazioni e sollecitandole via e-mail. Quindi, cosa vi farà distinguere dal gruppo? Un'offerta eccezionale, ecco cosa.

Ecco alcune domande per determinare se avete un'offerta convincente o meno:

- La mia offerta risolve un punto dolente per il mio pubblico target?

- Esiste un chiaro beneficio che un lead può ottenere da questa offerta?

- La mia offerta può competere con la concorrenza?

Landing Page - Ridurre il tempo di caricamento della pagina


Un solo secondo di ritardo nel tempo di caricamento della pagina significa il 7% in meno di conversioni e l'11% in meno di visualizzazioni della pagina. I tempi di caricamento lenti delle pagine possono anche causare l'insoddisfazione e la frustrazione dei clienti.

Inutile dire che il tempo di caricamento delle pagine di destinazione è un parametro da prendere in seria considerazione. Se avete bisogno di qualche consiglio, date un'occhiata a questo articolo sulla riduzione del tempo di caricamento delle pagine.

Tenete presente il percorso dell'acquirente.
Dal momento che state indirizzando il traffico verso la vostra landing page, dovreste avere un'idea chiara di dove si trovino i vostri visitatori nel loro percorso d'acquisto. Ciò significa che saprete se stanno cercando di diagnosticare un problema (consapevolezza), se stanno cercando una soluzione al loro problema (considerazione) o se sono pronti a chiudere (decisione). Il vostro copy e la vostra offerta devono riflettere questo aspetto se volete convertire. Non è diverso da qualsiasi altro materiale di marketing: incontrate i vostri visitatori dove si trovano.

Create un'esperienza senza soluzione di continuità
Nessuno deve rimanere sorpreso quando arriva sulla vostra landing page. Dovrebbe essere esattamente come pubblicizzata, il che significa essere coerenti con il vostro copy. Utilizzate nella vostra pagina di destinazione le stesse parole che avete usato per farvi arrivare, sia che si tratti di un annuncio a pagamento, di un post sui social, di una CTA sul blog o di un'e-mail. Se volete che le persone rimangano, dovete evitare a tutti i costi il "bait and switch" (esca e scambio di informazioni).

Create un percorso chiaro per la conversione
La navigazione nella vostra pagina di destinazione non deve comportare congetture. Una volta arrivati sulla vostra pagina, deve essere chiaro cosa volete che facciano: inviare i loro dati al vostro modulo. L'obiettivo è guidare i visitatori verso il modulo utilizzando indicazioni creative.

Ecco alcuni modi per indirizzare il visitatore verso la conversione:

- Scegliete un'immagine di una persona che guardi in direzione o che indichi il vostro modulo;

- Scegliete una CTA di colore contrastante per attirare l'attenzione su di essa;

- Utilizzate frecce che puntino al vostro modulo;

- Inserite un testo di ancoraggio che riporti le persone al modulo una volta cliccato;

- Date alla vostra CTA uno spazio negativo sulla pagina;

- Incorniciate il vostro modulo con un colore o un contorno in grassetto;

Aggiungete scarsità alla vostra offerta.


Poche tattiche di marketing emozionale funzionano bene come la paura... e la paura di perdersi. I consumatori non amano perdere la possibilità di scegliere e, una volta chiarito che la vostra offerta è molto richiesta e/o poco disponibile, si affanneranno per ottenerla.

L'altro motivo per cui questa tecnica funziona è che le persone vogliono cose difficili da ottenere, il che significa valore ed esclusività.

Per mostrare la scarsità, menzionate la quantità di offerta rimasta, includete un conto alla rovescia, usate parole come "finisce presto" o "ultima possibilità". Ovviamente, vogliamo che siate genuini, quindi utilizzate solo tattiche che siano vere per la vostra attività. In conclusione, ci sono molti modi per utilizzare e trarre vantaggio da questa tecnica.

Landing Page - Utilizzate i Video


Il video marketing sta diventando sempre più popolare per una buona ragione. Non solo i clienti preferiscono vedere i video delle aziende, ma l'88% di chi si occupa di video marketing afferma che il video offre un ROI positivo. Il segreto è creare un video efficace che non distragga i visitatori dal vostro obiettivo finale: la call-to-action.

Se siete indecisi sull'uso dei video, ecco alcuni motivi che potrebbero spingervi a scegliere.

- Aumenta i tassi di conversione;

- E' un modo più personale di condividere un messaggio e di entrare in contatto con i potenziali clienti;

- Può essere più accattivante di un'immagine e abituare i visitatori a cliccare (e a convertire);

- Può ridurre il numero di chiamate di assistenza o di biglietti ricevuti;

- Viene elaborato 60.000 volte più velocemente del testo;

Siete già entusiasti di tutti i modi in cui potete migliorare le vostre landing page? Certo, ce ne sono parecchi, ma questo significa che una landing page poco performante non deve rimanere tale. Prendete una tattica alla volta e costruite in base alle necessità.

Landing Page - Cosa fare dopo la conversione: Cura dei contatti


Quindi, avete una landing page ottimizzata che converte alla grande. E adesso? Non volete lasciare questi contatti in sospeso. Al contrario, volete coltivarli fino a farli diventare clienti, e poi coltivarli ancora. Ecco come fare.

Ottimizzate la pagina di ringraziamento
Spero che non siate ancora stanchi di ottimizzare. La vostra pagina di ringraziamento è la prima cosa che qualcuno vede dopo la conversione, quindi è una grande opportunità per deliziare il vostro nuovo cliente ancora di più di quanto non abbiate già fatto. Il vostro obiettivo è duplice: consegnare l'offerta promessa e farli interessare a qualcos'altro sul vostro sito.

La pagina di ringraziamento deve:

- Ringraziare il nuovo cliente (per capirci);

- Fornire link a contenuti rilevanti del vostro sito;

- Invitare il vostro cliente a seguirvi sui social media;

- Chiedere al cliente di iscriversi al vostro blog;

- Automatizzare un'email di follow-up con l'offerta;

Guidateli lungo il loro percorso d'acquisto


Il vostro nuovo lead arriverà alla fase decisionale con o senza di voi. Volete essere voi ad aiutarli ad arrivarci. Avete raccolto alcune informazioni preziose sul vostro lead, il che significa che potete anticipare le sue esigenze successive. Fornite contenuti o risorse per portarli alla fase successiva del loro percorso e potreste essere la loro opzione per la fase decisionale. Dopo tutto, sappiamo che i potenziali clienti acquistano da aziende che conoscono, che amano e di cui si fidano.

Creare una relazione


Una volta che qualcuno si iscrive per ricevere informazioni da voi, diventa un potenziale cliente con il quale dovreste lavorare sodo per costruire una relazione e un legame. La cosa positiva è che sapete già a cosa sono interessati e quali sono i loro punti dolenti, quindi potete indirizzarli con contenuti utili e marketing personalizzato.

Crescere meglio con le landing page


Le landing page rappresentano la maggior parte dei vostri nuovi contatti, quindi richiedono la vostra attenzione. Grazie al gran numero di modifiche, aggiunte e variazioni che potete implementare, non c'è motivo per cui non possiate avere una landing page che converta bene.

Se seguite le best practice di cui sopra, sarete sulla buona strada per ottenere una landing page ad alte prestazioni. Ed ora che sapete come creare, ottimizzare e gestire al meglio le landing page, che ne dite di passare all'argomento successivo? Un argomento strettamente collegato alle landing page, ovvero un fantastico corso di Email Marketing, per continuare l'avventura. Cliccate sul link che segue e buona lettura.

La Guida Definitiva all'Email Marketing

Hai Trovato Utile o Interessante questo Contenuto?

Clicca sul tasto DONAZIONE qui in basso e dona 1 EURO. Grazie Infinite!



Lascia un Commento
Contenuti Correlati
Come Guadagnare con la Vendita dei Domini Web
Come Guadagnare Online con il Print On Demand
Come Creare un Corso e Guadagnare Online
Corso Clickbank - La Guida Definitiva per Guadagnare con Clickbank
La Guida Definitiva all'Email Marketing
10 Metodi per Fare Soldi Online
Come Fare Soldi Online con il Dropshipping
Corso Google Adsense: Come Guadagnare?
Bitcoin: Guida Completa Per Principianti | Come Fare Soldi?

Altri Contenuti
Vai alla Home Page di PcGuida.com