PcGuida.com - Soldi, Successo, Produttività e Benessere

8 Trucchi SEO per Essere Primi su Google




Trucchi SEO per Essere Primi su Google

Come Portare Visite al Sito Web Tramite le Ricerche Google: Superate la concorrenza affrontando i fattori chiave di Google nel determinare i risultati di ricerca. Ecco otto modi per farlo.

Tecniche SEO per Raddoppiare il Traffico di Ricerca


Siete bloccati in un ciclo di ottimizzazioni che non portano a nulla?
Questa guida rivela le tecniche che possono potenzialmente raddoppiare, triplicare o addirittura decuplicare il vostro traffico dalla ricerca organica. Il sistema di Google per il posizionamento dei siti web incorpora una serie di algoritmi progettati per fornire i risultati "migliori". Questi algoritmi prendono in considerazione molti fattori, tra cui le parole contenute in una query, la rilevanza, l'usabilità della pagina, la competenza della fonte, la geo-localizzazione e le impostazioni.

Inoltre, la ponderazione di questi fattori dipende dalla natura della query. Per gli argomenti attuali, la freschezza ha un peso notevole. Per una definizione di tipo dizionario, la fiducia e l'autorità della pagina giocano un ruolo maggiore. Per garantire che gli algoritmi funzionino come previsto, Google impiega un esercito di Quality Raters.

Essi seguono linee guida rigorose sviluppate da Google per garantire che l'output dell'algoritmo corrisponda agli standard stabiliti per la Qualità della pagina e i Bisogni soddisfatti. Queste linee guida sono una lettura obbligata per chiunque voglia costruire un sito web dalle prestazioni eccellenti. Infatti secondo Google, l'algoritmo di ricerca tiene conto di cinque fattori chiave per determinare quali risultati appaiono in cima ai risultati di ricerca:

1. Significato della richiesta.
2. Pertinenza delle pagine web.
3. Qualità dei contenuti.
4. Usabilità delle pagine web.
5. Contesto e impostazioni.

Se affrontate questi cinque fattori, vi metterete in una posizione che vi permetterà di superare la concorrenza. Ecco alcuni consigli specifici su come farlo:

1. Prima gli Smartphone


Abbiamo iniziato a promuovere un approccio "mobile-first" alla SEO nel 2016, dopo aver definito "mobilegeddon" l'aggiornamento di Google per i dispositivi mobili. Il nome ha preso piede, ma l'aggiornamento di Google del 2015 non ha creato un grande sconvolgimento come ci si aspettava all'epoca. Tuttavia, ha messo tutti sull'avviso che il mobile era arrivato e non era più "il futuro". Coloro che non hanno ascoltato l'avvertimento di passare al mobile ne hanno poi pagato le conseguenze.

Oggi Google punta tutto sul mobile.

Se non siete sicuri che il vostro sito web soddisfi i criteri per essere mobile-friendly, accedete al vostro account Search Console e visualizzate il Rapporto sull'usabilità mobile. Google vi segnalerà i problemi relativi ai dispositivi mobili, in modo che possiate intraprendere le azioni appropriate per renderli conformi.

2. Rivendicate il Vostro Annuncio Aziendale


Google Business Profile, precedentemente noto come Google My Business, è un elenco aziendale gratuito. I profili aziendali vengono visualizzati in Google Search, Google Maps e Google Shopping. Se la vostra attività ha una sede fisica o si reca dai clienti, potete creare un profilo aziendale su Google.

I 5 principali vantaggi del profilo aziendale di Google

1 - E' una pubblicità GRATUITA, più economica della ricerca a pagamento e più veloce della SEO.

2 - Google Maps/3-Pack favorisce le aziende geograficamente rilevanti.

3 - Un profilo ottimizzato fa una buona prima impressione.

4 - Una buona valutazione a stelle crea fiducia e fornisce una prova sociale.

5 - La possibilità di controllare le prestazioni del profilo e di ottenere approfondimenti.

Poiché Google continua a migliorare la sua capacità di fornire risultati iperlocali, è fondamentale avere dati completi e accurati nel proprio profilo Google Business. Si tratta di una vittoria facile, visto che molte aziende non hanno ancora rivendicato il proprio profilo.

3. Migliorare l'Esperienza della Pagina


L'esperienza della pagina di Google è definita da una serie di segnali progettati per misurare la reazione degli utenti a una pagina web. Questa misurazione va oltre il valore delle informazioni di base.

In che modo l'esperienza della pagina influisce sulle classifiche?
Nei casi in cui diverse pagine possono soddisfare i criteri di ricerca per la rilevanza, l'esperienza della pagina ha un peso maggiore. Una pagina che fornisce le informazioni ricercate ha comunque la meglio su una pagina con minore rilevanza, ma con una migliore esperienza di pagina. In breve, l'esperienza della pagina può essere il fattore di parità nelle SERP.

4. Concentrarsi sull'Esperienza Utente


Google ha sempre incoraggiato i webmaster a porre come obiettivo principale quello di fornire una buona esperienza all'utente. Poiché l'algoritmo diventa più "intelligente", i siti web che lo fanno sono in grado di trarre i maggiori vantaggi. Una buona esperienza utente va ben oltre la scrittura di codice pulito.

Secondo uno studio condotto dall'Oxford Journal, "l'obiettivo della progettazione nelle aziende è migliorare la soddisfazione e la fedeltà dei clienti attraverso l'utilità, la facilità d'uso e il piacere dell'interazione con un prodotto".

Se paragoniamo un sito web ad prodotto, l'obiettivo è quindi quello di determinare innanzitutto l'intento dell'utente, quindi sviluppare una metodologia per una navigazione fluida, che susciti un'emozione positiva e porti a una buona esperienza complessiva. Incorporare le migliori pratiche è facile. Il web è pieno di modelli e consigli.

Ciò che separa i professionisti dai dilettanti è l'A/B testing.

Ognuno di noi ha i propri pregiudizi che influenzano il modo in cui viene costruita una pagina web. Eseguendo una serie di esperimenti, sarete in grado di quantificare ciò che funziona e ciò che non funziona, e continuerete a testare fino a quando non avrete ottenuto il risultato giusto.

5. Ricerca delle Parole Chiave


Proprio così: la ricerca delle parole chiave è ancora importante. Con Google che fornisce meno dati sulle parole chiave, terze parti come Ahrefs e Semrush hanno sviluppato i loro strumenti per le parole chiave per riempire il vuoto. Tuttavia, il modo di eseguire e utilizzare i risultati della ricerca sulle parole chiave è cambiato, grazie a RankBrain e BERT.

RankBrain è un sistema di apprendimento automatico. Ciò consente a Google di inserire le cose nel contesto, anziché affidarsi esclusivamente a stringhe di metadati. Google ora comprende sfumature linguistiche come sinonimi, domande e risposte.

BERT è l'acronimo di Bidirectional Encoder Representations from Transformers. L'obiettivo principale è quello di fornire risultati di ricerca migliori per le ricerche più lunghe e colloquiali, in cui preposizioni come "per" e "per" influenzano il contesto di una query.

Al momento del lancio, nell'ottobre 2019, Google prevedeva che il BERT avrebbe avuto un impatto sul 10% di tutte le ricerche negli Stati Uniti. La nuova generazione di strumenti per le parole chiave tiene conto di questo aspetto generando dati rilevanti come Parent Topics, Keyword Groups e Search Intent.

Grazie a queste informazioni, gli utenti possono sviluppare contenuti contestualmente rilevanti.

6. Avere un Piano di Marketing dei Contenuti Ben Strutturato


Secondo il Content Marketing Institute, il 51% degli intervistati afferma che oggi è più difficile catturare l'attenzione del pubblico rispetto a un anno fa. Poiché i contenuti sono uno dei principali fattori di ranking di Google, è importante che siano corretti. Ancora una volta, questo rappresenta un'enorme opportunità per coloro che sono disposti a investire il tempo necessario per farlo.

Tutti parlano di creare "grandi contenuti", ma cosa significa?
In realtà si tratta di avere contenuti utili, di trovare il pubblico giusto e di raggiungerlo. Non deve essere un esercizio difficile. Si tratta di creare un'empatia con gli utenti e i potenziali clienti. Blogger americani hano creato la seguente formula:

Utile x Piacevole x Ispirato = Contenuto Innovativo

I grandi contenuti si presentano in molte forme diverse. Un piano di content marketing ben strutturato includerà una combinazione dei seguenti elementi:

- Blog.
- Immagini basate sui dati (Ricerca originale).
- Immagini.
- Infografiche.
- Presentazioni su SlideShare.
- Video.

7. Attenzione all'Ottimizzazione della Pagina


Sapevate che Google pubblica una propria "Search Engine Optimization Starter Guide"? Ora lo sapete. Nonostante il nome, questa guida è un'ottima risorsa per tutti coloro che vogliono massimizzare le proprie possibilità di apparire nei risultati di ricerca di Google.

La guida copre le principali nozioni di base sulla pagina, comprese le migliori pratiche per l'ottimizzazione:

- Titoli delle pagine.
- Intestazioni.
- Meta-descrizioni.
- Alt-text delle immagini.
- Markup strutturato.
- URL della pagina.
- Linking interno.

8. La Creazione di Link Rafforza tutti gli Altri Sforzi


Forse arriverà il giorno in cui i link saranno meno importanti per le classifiche, ma quel giorno non è ancora arrivato. La chiave è ottenere il giusto tipo di link. Link che abbiano rilevanza per il vostro sito. Link che richiedono una revisione editoriale umana. I tipi di link che si guadagnano. Il nostro approccio preferito per guadagnare link rilevanti è quello di creare un centro risorse. Un centro risorse può funzionare su qualsiasi tipo di sito web. Oltre ad attirare link, un buon centro risorse aiuta a costruire fiducia e autorità.

La linea di fondo
La ricerca organica è un gioco di centimetri. Non esiste un unico modo migliore per dominare le SERP. Se vi concentrate sulle otto aree presentate in questa guida, potete raddoppiare, triplicare o addirittura decuplicare il vostro traffico.

Conclusioni e Links di Approfondimenti


Ed ecco la guida ufficiale di Google per aiutare Webmaster e Blogger ad aumentare il traffico del proprio sito web o blog.

Google Search - Guida Ufficiale

Hai Trovato Utile o Interessante questo Contenuto?

Clicca sul tasto DONAZIONE qui in basso e dona 1 EURO. Grazie Infinite!



Lascia un Commento
Contenuti Correlati
Corso Pinterest - Come Portare Visite al Tuo Sito o Blog Attraverso Pinterest [No Free]
Corso Instagram - Come Fare Crescere la tua Azienda e Raggiungere Nuovi [Free] Clienti
Come Scrivere l'Articolo Perfetto per un Blog o un Sito Web [Free]

Altri Contenuti
Vai alla Home Page di PcGuida.com